Cosa può fare una biblioteca per assicurare un futuro migliore?

Sicuramente alcuni importanti passi da fare riguardano gli edifici da migliorare ed in generale delle scelte più sostenibili.

Porsi obiettivi ambiziosi come un impatto ambientale pari a zero non è un’utopia. Occorre fare un discorso serio sulle emissioni della biblioteca, è necessario consultare esperti di sostenibilità, fare un piano strategico ecc.

Ma oltre a ciò, dobbiamo interrogarci sul ruolo delle biblioteche nel discorso sul cambiamento climatico.

La biblioteca, infatti, è anche un luogo per informare ed ispirare, attraverso i propri archivi o eventi.

È sicuramente un problema collettivo con diverse sfumature e pieno di domande su questioni sociali, ruolo dei giovani e cambiamenti economici.

Ma vediamo da vicino cosa può fare una biblioteca:

1.Essere una risorsa credibile di informazioni

Informazioni credibili sono la chiave per un argomento così delicato. Come verifichiamo e comunichiamo queste informazioni porta molte sfide ma le biblioteche possono fornire e validare informazioni per utenti che siano alla ricerca di esse. Queste informazioni possono poi essere usate in diverso modo: aiutare piccole aziende a sviluppare pratiche sostenibili, supportare la ricerca scientifica per trovare reali soluzioni, formare il pubblico.

2.Creare una rete di cambiamento

Una biblioteca è in grado di creare legami e collaborare con diversi partners e così attuare un vero cambiamento. Si possono creare eventi per ispirare le persone ad agire in tal senso attraverso diverse voci in prima linea nell’emergenza climatica. Possono lanciare competizioni per i giovani, ad esempio di poesia o di narrativa sul tema specifico. I lavori partecipanti saranno una testimonianza di questo periodo storico e potranno essere conservati nella biblioteca.

3.Attuare una cultura del riuso

Le biblioteche sono spazi di comunità sicuri e vibranti. La maggior parte sono costruite intorno al modello del prestito dei libri, e questo è indice di sostenibilità (immaginiamo che le copie di una famosa rivista sono state viste più di 6.000 volte negli ultimi 10 anni). Ma molti possono essere i progetti da realizzare per rispettare di più il pianeta ed essere da esempio per la popolazione.

È interessante scoprire i diversi progetti in atto nelle più grandi biblioteche e prendere spunto da loro.

A tal proposito la International Federation of Library Associations and Institutions ha istituito il Green Library Award.

Cosa è una Biblioteca Green?

E’ quella che minimizza l’impatto negativo sull’ambiente naturale e massimizza la qualità dell’ambiente interno attraverso una scelta oculata della struttura, l’uso di materiali di costruzione naturali e prodotti biodegradabili, la conservazione delle risorse (acqua, energia, carta) e politiche responsabili sui rifiuti (riciclo ecc).

Una Biblioteca Green inoltre, si concentra sui relativi servizi, attività, eventi, letteratura, progetti, dimostrando un ruolo sociale e la responsabilità delle biblioteche come guide nella sostenibilità ambientale.

Il Green Library Award dell’IFLA ha come obiettivi:

-premiare le biblioteche attive, creare tra le biblioteche una consapevolezza della responsabilità sociale nell’educazione ambientale, promuovere iniziative locali e internazionali, incoraggiare le biblioteche ad impegnarsi.

-Illuminare il ruolo delle biblioteche e dei bibliotecari.

Nel 2021 il premio di Green Library è stato vinto dalla Biblioteca pubblica di Edmonton, in Canada (nell’immagine in alto).